CARITAS, RACCOLTA ALIMENTARE NEL FINE SETTIMANA, ECCO LE VERITA’ NASCOSTE

Sabato e domenica, verrà riproposta come di consueto, da parte della Caritas, una raccolta alimentare nei supermercati cittadini, a favore dei concittadini.
Sembrerebbe tutto bello e nobile, ma qualcosa non è stato detto e qualcuno non racconta tutta la verità, sulla raccolta alimentare che la Caritas effettua durante tutto l’anno ed ai più è sconosciuta.
Facciamo riferimento, infatti, alle parole dell’Amodeo, che intervistato in merito, ha enfatizzato il fatto che la raccolta alimentare del fine settimana, nei vari supermercati sarà destinata unicamente ai cittadini residenti in difficoltà. Ahahah.
Ma Don Amodeo e le tonnellate di derrate alimentari ed altro, che ogni anno ricevete dai supermercati?

Si chiama BANCO ALIMENTARE

Lui forse si è dimenticato (in buona fede ovvio, sic!) di informare la cittadinanza che la Caritas triestina riceve, mensilmente, quantità incredibili di cibo ed altri generi, da TUTTE LE CATENE DI SUPERMERCATI presenti in città, in virtù di un accordo che viene stipulato e sottoscritto tra le parti, ormai da diversi anni a questa parte.
Infatti, una quantità incredibile dei più svariati generi di consumo, donati/regalati alla Caritas udite, udite vengono spedite TUTTE alla sede della Caritas Regionale in quel di Pasian di Prato.

Chi può’ accedere a tutto questo BEN DI DIO? Ovvio solo le organizzazioni che la Caritas accetta e certifica!
Insomma gli amici degli amici, tutti assolutamente pro immigrazione e di sinistra “buonista”, alla faccia deL tanto conclamato e criticato razzismo strisciante, sic!
Infatti l’unica associazione – no profit – dichiaratamente e trasparentemente neutrale ed a favore dei residenti è stata sbattuta fuori dal BANCO ALIMENTARE impedendogli di poter accedere alla raccolta.
Conclusione. La Caritas Friulana e le Onlus di sinistra padrone di una raccolta dai risvolti opachi e poco chiari, che andrebbe controllata con una bella ispezione della Finanza..
E la Caritas triestina che porta via da Trieste quello che servirebbe alla cittadinanza più povera e bisognosa.
Don Amodeo scusi una domanda. E’ lei il responsabile della “cassa” Caritas/Curia di Trieste? Capirà tra un po’ di tempo perché glielo chiediamo.
AMEN