ANZIANI AMMALATI SCARICATI SULLA NAVE. LEI VESCOVO COSA NE PENSA?

Perché non proferisce parola sul caso dei nostri anziani triestini, destinati ad una nave Lazzaretto?
Le vorremmo ricordare che gli stessi poveri anziani sono quelli che hanno contribuito a far crescere la città ed a pagar tasse e che molti di loro erano e sono cattolici credenti e praticanti.
Mah chissà forse qualcuno di loro che passerà a “miglior vita” magari Vi lascerà qualche appartamento e forse qualche conto corrente bancario.
I nostri concittadini attendono con ansia che Lei si esprima in merito e noi di Son Giusto siamo sicuri che Lei non si dimenticherà di una parte del suo Gregge.

Le spieghiamo anche il perché di queste poche righe rivolte a Lei ed ai cattolici. Il motivo è semplice.
Per i 40 individui che stazionavano in Piazza Libertà e fronte Stazione, la Caritas Trieste, che le ricordiamo, è gestita e coordinata dal del Suo stretto collaboratore Sig. Amodeo è stata subito in prima linea.
E con un’efficienza incredibile ed encomiabile (sic!) assieme al Comune ha trovato loro una sistemazione nell’Albergo “Villa Nazareth “. 40 stanze con televisione ed una bella sala da pranzo.
Insomma, concludendo, per i nostri anziani una nave lager, per gli altri, quelli che poi fanno guadagnare, Hotel, pasti, televisione, telefono, assistenza sanitaria.
Amen.